Face Time Bourbon il cavallo da 10 Milioni di Euro, domenica al Ghirlandina per la “sfida del decennio”

Tutti ricorderanno il film SEABISCUIT candidato a 12 premi OSCAR che narrava la storia assolutamente vera dell’omonimo cavallino che negli anni 30 dopo la grande “depressione del 29” acquistato come ronzino per pochi dollari divenne un campione conquistando il supporto della “gente comune” americana che riconosceva in lui un faro di speranza in quei momenti veramente bui.

Il cavallo di ottima genealogia ma dal carattere ingestibile, migliorò a dismisura, inizio a vincere in tutti gli ippodromi degli Stati Uniti con la gente impazzita che correva a vederlo e incitarlo, l’apoteosi si raggiunse con la sfida, davanti a centinaia di migliaia di spettatori in delirio, col campione WAR ADMIRAL col risultato che tutti conoscono…. Batterlo.

Al Ghirlandina il 19 maggio il copione si ripeterà, arriverà dalla Francia, per la prima volta fuori dalla sua nazione il campione FACE TIME BOURBON acquistato da puledro per una cifra importante si vocifera tra il mezzo milione ed il milione di euro, miglior cavallo europeo della generazione , già’ titolato vincitore in patria di tutte le più importanti sette corse di gruppo, cavallo che oltre a correre funziona già stallone in tutta Europa con seme congelato al tasso di oltre 20.000 euro a monta, motivo che  porta il suo attuale valore commerciale ad oltre 10 milioni di euro, di proprietà di un gruppo di magnati ippici internazionali capeggiati dalla italianissima scuderia Bivans  verrà a Modena per disputare il gran premio dell’Unione Europea, corsa di gruppo 1 con un montepremi di oltre 400.000 euro, il più alto in Europa per una corsa di 4 anni.

Voi direte …e cosa c’entra questo con la storia di SEABISCUIT???

Ve lo spieghiamo subito, ad attenderlo ci sarà  ZACON GIO’ ironia della sorte allevato  dalla scuderia Bivans ma ceduto da puledro per una modica cifra, si vocifera un paio di migliaia di euro in quanto figlio di uno stallone esordiente RUTY GRIF discendente del mitico VARENNE  ma non ancora conosciuto ai tempi dell’esordio in razza, questo cavallino di taglia ridotta dopo un’inizio di carriera che lo ha portato a vincere alcune corse di media caratura è giunto da circa sei mesi nelle scuderie del trainer tedesco HOLGER ELHERT  la sua crescita  è stata esponenziale ha vinto  sette corse consecutive tra le quali i quattro  grandi premi finora disputati  Aversa, Firenze, Torino, Napoli In maniera a dir poco disarmante tanto da proclamarlo l’attuale miglior 4 anni italiano della generazione.

LA COINCIDENZA

Il 19 maggio data della corsa non è una data qualunque 24anni orsono in quella data è nato a ZENZALINO (FE) il mitico VARENNE il più forte trottatore della storia vincitore in tutto il mondo di 54 grandi premi ed oltre 7 milioni di euro ora titolato stallone…. Non sarà che il destino ha scelto questa data per la “CORSA DEL DECENNIO”.

LA SFIDA

La cornice sarà l’ippodromo della Ghirlandina ZACON  e FACE TIME si sfideranno a viso aperto per conquistare il titolo di miglior quattro anni europeo e se ne vedranno delle belle, HOLGER ELHERT e ROBERTO VECCHIONE trainer e driver di ZACON di proprietà di una scuderia di appassionatissimi napoletani, con bellicose dichiarazioni su tutti gli organi di stampa hanno già mandato a dire alla connection franco svedese di FACE TIME,  SEBASTIEN GUARATO-BJORN GOOP trainer e driver che, anche forti del numero di partenza al loro interno ,lo sfideranno all’arma bianca, il campione transalpino non troverà la strada spianata e dovrà sudare all’esterno fino all’ultimo passo per batterli.

Gli altri undici concorrenti non staranno certo a guardare, sfruttando la prevedibile battaglia anticipata tra i due sfidanti ne sfrutteranno la scia sperando di coglierli in crisi nella parte finale.

L’armata Gocciadoro, la scuderia più in forma del momento capoclassifica italiana per vittorie e somme vinte ne schiererà addirittura tre, ZLATAN affidato a GIAMPAOLO MINNUCCI ( il driver di VARENNE) con lui vincitore del Derby italiano, non velocissimo in partenza ma autore di un mezzo giro finale che potrebbe fare veramente male, ZE MARIA secondo del Derby affidato in corsa come al solito al proprietario RENE’ LEGATI cavallo di grandissimi mezzi ma falloso agli ultimi due impegni e ZIDANE GRIF condotto in persona da ALESSANDRO GOCCIADORO che l’ultima volta ha ritrovato la giusta cadenza e sembra, anche forte questa volta del numero in prima fila possa essere il più titolato a fare lo sgambetto ai due favoriti.

Gli altri sembrano in corsa per ambire ai piazzamenti marginali ma si sa che nelle corse tutto può succedere.